Progetto PASSI ex ASS5 "Bassa Friulana"

passi

Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) è un sistema per raccogliere informazioni sui comportamenti che possono influenzare la salute dei singoli cittadini, come abitudini alimentari, fumo, attività fisica, ecc. Passi nasce da un'iniziativa del Ministero della Salute e delle Regioni ed è realizzato nella nostra Azienda sanitaria (ASS) così come in molte altre di tutta Italia. Le informazioni saranno raccolte da un operatore sanitario della ASS che rivolgerà alcune domande per telefono a un campione di persone tra i 18 e i 69 anni, scelte a caso tra quelle assistite dall'Azienda sanitaria. I cittadini verranno avvisati in anticipo con una lettera. Il tempo necessario per l'intervista è di circa 15-20 minuti. Le informazioni raccolte saranno rese anonime e trattate in base all'attuale legge sulla privacy, e serviranno per programmare interventi mirati alla promozione di uno stile di vita sano e alla prevenzione di importanti malattie croniche come tumori, malattie cardiocircolatorie e respiratorie, diabete, ecc. Queste informazioni saranno inoltre utili per migliorare la qualità dei servizi sanitari offerti dalla nostra Azienda Sanitaria. Sono stati coinvolti e informati anche i medici di famiglia, che potranno aiutarti a fornire spiegazioni sul significato e sullo scopo di questa iniziativa.

  •    sommario   

Guadagnare salute

Salute

L'idea che sta alla base del programma nazionale "Guadagnare Salute. Rendere facili le scelte salutari" approvato dal Governo con Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) il 4 maggio 2007 in accordo con Regioni e Province autonome è Investire nella prevenzione e nel controllo delle malattie croniche per migliorare la qualità della vita e del benessere degli individui e della società in generale, promuovendo stili di vita sani e agendo in particolare sui principali fattori di rischio delle malattie cronico-degenerative di grande rilevanza epidemiologica.
L'obiettivo primario è quello di agire in modo integrato e coordinato sui quattro principali fattori di rischio modificabili (fumo, alcol, scorretta alimentazione e inattività fisica) che sono responsabili da soli del 60% della perdita di anni di vita in buona salute in Europa e in Italia. Questi fattori di rischio devono essere affrontati non solo dal punto di vista sanitario ma come veri e propri fenomeni sociali.
È per questo che la strategia di Guadagnare Salute, partendo dai fattori di rischio, identifica quattro aree tematiche (o programmi specifici):

  • promozione di comportamenti alimentari salutari
  • lotta al tabagismo
  • contrasto ai consumi rischiosi di alcol
  • promozione dell'attività fisica.
torna su

Rischio cardiovascolare

Rischio cardiovascolare

Le malattie cardiovascolari rappresentano ancora la principale causa di morte nel nostro Paese, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi. In particolare la cardiopatia ischemica è la prima causa di morte in Italia, rendendo conto del 28% di tutte le morti, mentre gli accidenti cerebrovacolari sono al terzo posto con il 13% dopo i tumori.

torna su

Screening oncologici

I programmi di screening organizzati si sono dimostrati efficaci nel ridurre la mortalità o l'incidenza per i tumori della mammella, della cervice uterina e del colon retto, tre patologie con un impatto molto rilevante in termini di morbilità e mortalità.
In alcuni casi, lo screening riesce ad evitare l'insorgenza del tumore, diagnosticando e curando le lesioni in fase iniziale. Se questo non è possibile, la diagnosi precoce consente comunque di scoprire i tumori quando sono ancora molto piccoli ed è possibile curarli con interventi meno invasivi.
I programmi di screening sono un livello essenziale di assistenza, cioè un diritto di tutti i cittadini nelle fasce di età stabilite. Come mostrano i dati più recenti, si sta confermando e consolidando la progressiva diffusione dei programmi di screening su tutto il territorio nazionale. Questo è indubbiamente frutto del grande impegno, non solo economico, ma anche culturale e organizzativo dei Sistemi sanitari regionali.

torna su

Sicurezza

PASSI sicurezza

La sicurezza stradale rappresenta una tematica di grande attualità per l'agenda politica internazionale, rappresentando un problema di assoluta priorità per la sanità pubblica.
Per combattere l'impatto derivante dalgi incidenti stradali, l'OMS e le istituzioni sanitarie dei diversi Paesi puntano sulla prevenzione. Affinché i programmi di prevenzione possano essere efficaci è necessario innanzitutto informare tutti gli attori coinvolti, dagli operatori sanitari alle autoscuole, dalle famiglie alle scuole, per favorire la consapevolezza dei rischi derivanti da comportamenti sbagliati e per mettere a punto azioni preventive coordinate e attuabili.

torna su
ultima modifica: 11 ottobre 2016 Eventi della vita Commenti / Suggerimenti
Questo contenuto si riferisce a questi eventi della vita:

Vivere in salute